Il cammino è coraggio

Il 24 marzo al Parco Regionale dell’Appia Antica, si è svolto il secondo appuntamento della Rete Nazionale Donne in Cammino. Coordinata da Cristina Menghini e Ilaria Canali. L’intervento che segue è stata l’occasione per riflettere e fare il punto su due progetti dedicati al turismo.

Italia a piedi è…

Italia a piedi è un’idea e un sogno. Siamo tutti camminatori e ciascuno di noi è un messaggero. Abitiamo un territorio ricco di bellezza e cultura, arte e natura, che troppo spesso si lascia travolgere dalla bruttezza e noncuranza. Italia a piedi è un progetto fondato sull’osservazione dell’ambiente attorno a noi, che viene reinterpretato e plasmato dai nostri itinerari. Ogni percorso è una nuova avventura perché siamo dei comunicatori itineranti.

Che cos’è Italia a piedi. Una associazione di promozione sociale fondata, giuridicamente, nel 2018 ma operativa sul territorio dal 2012, prima con il Progetto per un turismo più social Romaapiedi.com, poi con il Magazine online Italia a piedi.

Quando nel 1990 mi sono trasferita nel “caos” di Roma, ho incominciato a vagare senza meta per le strade. Un giorno ho comprato il volume rosso del Touring Club – una lettura imprescindibile per la conoscenza di qualunque territorio – dedicato alla città. Allora ho incominciato a perdermi insieme al libro e dentro il libro.

Romaapiedi.com, il sito di itinerari turistici a piedi per Roma nato nel 2012 durante un Corso-Laboratorio (al quale hanno partecipato 12 persone), è stata l’occasione per condividere con tutti l’esperienza di tante camminate per la città eterna.

Il progetto Italia a piedi, il Magazine e l’Associazione, allarga lo sguardo a tutto il territorio. Un territorio senza barriere – dentro la mia mente –.

Siamo italiani, siamo europei, siamo cittadini del mondo. Prendere coscienza di questo, significa pensare ed agire, nel nostro piccolo, rispettandoci l’un l’altro e rispettando il territorio che ci ospita.

Sono una camminatrice, da sempre. L’amore per camminare nasce dalle lunghe passeggiate in compagnia di mia madre nei boschi e nei luoghi della sua infanzia.

Andavamo a cercare insieme i funghi, a raccogliere i primi crocus, le spezie per cucinare. Mia madre mi ha insegnato ad amare e rispettare il territorio osservando i dettagli.

Pensare “con i piedi”

Non è un libro, benché esista un libro con questo titolo.

Non è uno spettacolo teatrale, anche se in questi ultimi anni hanno realizzato performance i cui “attori” erano i piedi.

È sicuramente un Ritmo. Può diventare una Danza e trasformarsi in Musica.

È un titolo ironico, che sintetizza il processo di realizzazione di Italia a piedi: dall’idea alla messa in pratica. Mentre sono seduta e sto ancora pensando “mi piacerebbe fare” mi accorgo di essere in strada e di camminare.

Rete Nazionale Donne in Cammino: “Pensare con in piedi, l’Italia in cammino”

Il Coraggio di Camminare

Un argomento vasto, immenso. Oggi serve coraggio anche per alzarsi dal letto la mattina.

Siamo una società a rischio di esplosione. Circondata da conflitti, problematica, insofferente.

Forse pensare che TUTTI siamo in cammino verso qualcosa, può aiutare ad essere – scusate il termine – meno “stronzi” e più solidali.

Donne in Cammino

Riguardo al tema “donne in cammino” e il ruolo delle donne nei cammini e nella società. Come donna, mi è sempre pesato addosso l’antagonismo “maschio contro femmina”. Soprattutto quando ero bambina. E volevo crescere, subito, in fretta.

“La difficoltà di essere donna” fu il titolo del mio tema durante l’esame di terza media.

Ricordo che mia madre venne convocata dalla professoressa di italiano che esordì con – “sua figlia ha scritto un tema da Suffragetta!” –. E mia madre correndo a casa preoccupata: – “Mariavittoria, lo sai chi sono le Suffragette?” – “No” – “Allora informati perché all’esame te lo chiedono” –.

Dove traspare la visione “femminile” nel progetto di Italia a piedi. Sinceramente non lo so.

Desidero solo far emergere l’idea che il territorio in cui abbiamo la fortuna di vivere, è un territorio ricco di storia e cultura. È nel nostro interesse rispettarlo e valorizzarlo.

E poi credo che il Turismo sia un diritto di Tutti.

Il cammino è coraggio

Questo sito usa cookie di terzi per analizzare il traffico. Per dettagli o per gestire il consenso, leggi la Privacy Policy and Terms & Conditions